Broccolo romano: trasforma questo ortaggio invernale in gustosissime ricette grazie ai nostri consigli!

Il broccolo romano è un ortaggio dalla forma piramidale composto da più cime disposte a spirale, ed è l’infiorescenza della rapa (da non confondere però con le cime di rapa, ovvero le foglie, dal gusto più forte e amaro).

Come tutte le crucifere è ricco di antiossidanti, anti-tumorali, fibre, minerali e vitamine, oltre ad essere estremamente ipocalorico: pensate che 100g di broccolo romano contengono appena 25 calorie! Ideale quindi per delle diete incentrate sulla perdita di peso, ma anche per chi vuole mangiare più sano!

In cucina il broccolo romano può essere preparato in tantissimi modi diversi, dando vita a deliziose ricette: vediamo allora insieme come scegliere i broccoli romani, i possibili usi in cucina e come conservarlo a lungo!

Utilizzare il broccolo romano in cucina

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

Come scegliere il giusto broccolo romano e prepararlo alla cottura

Quando il broccolo inizia a ingiallirsi, significa che non è fresco: esso deve invece presentarsi di un verde brillante per essere cucinato alla perfezione, ed anche le foglie devono essere della giusta consistenza e non fragili.

Il broccolo va assolutamente lavato bene per eliminare residui di terra, meglio se lasciato a bagno in un’emulsione di acqua, aceto e limone, per evitare l’ossidazione. 

Una volta che lo lavato, bisognerà eliminare la base dura, quindi separare le cime una ad una, per poi incidervi una croce in modo da rendere la cottura omogenea.

Idee su come cucinare il broccolo romano

Ovviamente, come per tutte le verdure, la cottura al vapore resta quella ideale, per non perdere le proprietà organolettiche.

Inoltre, può essere usato come verdura nel brodo vegetale, ma con un’accortezza: non potete cuocerlo per più di 20 minuti se separato dalla base, e 40 se intero, o altrimenti si sfalda.

È ottimo anche saltato in padella con aglio e peperoncino, oppure cotto al forno (ad esempio come farcitura per lasagne, focacce, torte salate).

Si può usare il broccolo romano anche come base per una salsa, che possiamo usare per crostini da finger food oppure come vellutata, oppure ancora da usare come topping su carni o su patate.

Come conservare il broccolo romano

Il broccolo romanesco marcisce assai velocemente, quindi va consumato poco tempo dopo averlo comprato oppure raccolto direttamente dall’orto.

Per una conservazione più lunga, invece, può essere congelato (rigorosamente dopo averlo lessato), tuttavia è una procedura che sconsiglio poiché il suo sapore, in questo caso, potrebbe mutare sensibilmente.

Lascia un commento