I consigli fondamentali per delle crocchette di patate PERFETTE in casa!

Le crocchette di patate sono una delle specialità fritte più apprezzate, insieme alle patatine. Prepararle in casa non è difficile, ma a volte il risultato non è soddisfacente. Le crocchette possono risultare “umide”, spaccarsi o non essere abbastanza croccanti. Come fare per ottenere delle crocchette perfette? Basta seguire alcuni semplici trucchi che vi sveliamo qui di seguito.

Cucinare le patate in anticipo

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

Per fare delle buone crocchette, è bene cucinare le patate con qualche ora di anticipo, lasciarle raffreddare in frigo avvolte nella pellicola e friggerle solo quando servono.

Se siete di fretta, potete anche cuocerle nel microonde.

Scegliere l’olio adatto

Un altro elemento importante è l’olio che usate per friggere. L’olio ideale è quello di arachidi, che deve raggiungere una temperatura di almeno 180°C.

Consiglio dunque di dotarvi di un termometro alimentare! Se ancora non ne hai uno, cosa aspetti? Clicca qui per acquistarlo, alla ragionevolissima cifra di soli 10€!

Fate attenzione a non mettere troppe crocchette nello stesso tegame, né a mescolarle troppo, altrimenti l’olio si raffredderà. Aspettate che le crocchette si formino una crosticina dorata: questo vi indicherà che sono pronte.

Trovi tutti i consigli sulla frittura cliccando qui!

La panatura a tre strati

La panatura è essenziale per rendere le crocchette croccanti e impedire che si aprano. Usate una panatura a tre strati: farina, uovo e pangrattato.

In questo modo le crocchette saranno ben sigillate e non si romperanno.

La temperatura di servizio

Un ultimo aspetto da considerare è la temperatura a cui servite le crocchette: se le servite troppo calde, potreste scottarvi o non apprezzarne il sapore. Se le servite troppo fredde, perderanno la loro croccantezza e diventeranno molli.

L’ideale è servirle tiepide, dopo averle scolate su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

È importante non mettere troppe crocchette nel tegame, né smuoverle troppo, perché sennò farete abbassare la temperatura. Meglio attendere che si formi la tipica crosticina sulle crocchette e diventino dorate: sarà proprio questo il segnale che vi dirà che sono cotte a puntino.

Lascia un commento