Differenza tra crema chantilly, diplomatica e pasticcera e perché nessuno la conosce

La crema chantilly, la crema diplomatica e la crema pasticcera sono tre preparazioni di base molto usate in pasticceria per farcire e decorare dolci di vario tipo. Ma quali sono le differenze tra queste tre creme? In questo articolo ti spiegherò le caratteristiche, gli ingredienti e i metodi di preparazione di ognuna di esse.

Crema chantilly

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

La crema chantilly è una crema dolce ottenuta dalla lavorazione della panna montata con l’aggiunta di zucchero a velo e vaniglia. Ha una consistenza morbida e spumosa ed è perfetta per guarnire dolci al cucchiaio, torte, millefoglie, profiteroles e altri dolci. La crema chantilly è originaria della Francia e prende il nome dal castello dove fu inventata dal cuoco François Vatel nel XVII secolo.

Per preparare la crema chantilly servono solo tre ingredienti: panna fresca liquida (con almeno 30% di grassi), zucchero a velo e baccello di vaniglia. La panna deve essere ben fredda e montata con uno sbattitore elettrico in una ciotola anch’essa fredda. Lo zucchero a velo e i semi di vaniglia vanno aggiunti quando la panna ha raggiunto una consistenza semi-montata. Si continua a montare fino a ottenere una panna soda e lucida.

La crema chantilly va usata subito o conservata in frigorifero per massimo un’ora, altrimenti tende a smontarsi. Per renderla più stabile si può aggiungere un po’ di gelatina o di cremor tartaro.

Crema diplomatica

La crema diplomatica è una crema dolce ottenuta dall’unione di crema pasticcera e panna montata. Ha una consistenza soffice e vellutata ed è ideale per farcire torte, bignè, crostate, cannoli e altri dolci. La crema diplomatica è originaria dell’Italia ed è spesso confusa con la crema chantilly francese.

Per preparare la crema diplomatica servono due preparazioni: la crema pasticcera e la panna montata. La crema pasticcera si prepara con latte, uova, zucchero, farina e scorza di limone. Il latte viene portato a ebollizione con la scorza di limone, poi si aggiunge alle uova sbattute con lo zucchero e la farina. Si rimette il composto sul fuoco e si mescola fino a che si addensa. Si lascia raffreddare completamente prima di usarla. La panna montata si prepara come per la crema chantilly, ma senza aggiungere zucchero a velo o vaniglia.

Per ottenere la crema diplomatica si unisce la panna montata alla crema pasticcera in proporzione variabile a seconda del gusto e della consistenza desiderata. Si mescola delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare la panna.

La crema diplomatica va usata subito o conservata in frigorifero per massimo un giorno, coperta con della pellicola trasparente a contatto.

Crema pasticcera

La crema pasticcera è una crema dolce ottenuta dalla cottura di latte, uova, zucchero e farina. Ha una consistenza densa e liscia ed è adatta per farcire torte, crostate, bignè, eclairs e altri dolci. La crema pasticcera è originaria dell’Italia ed è una delle preparazioni più classiche e versatili della pasticceria.

Per preparare la crema pasticcera servono quattro ingredienti: latte, uova, zucchero e farina. Il procedimento è lo stesso descritto per la preparazione della crema diplomatica. Si può aromatizzare la crema pasticcera con vaniglia, limone, arancia o altri ingredienti a piacere.

La crema pasticcera va usata fredda o tiepida o conservata in frigorifero per massimo due giorni, coperta con della pellicola trasparente a contatto.

Lascia un commento