L’originale baccalà alla vicentina: la ricetta tipica veneta ideale per il cenone della Vigilia!

Il baccalà alla vicentina è il piatto tipico della città di Vicenza! È un piatto che si prepara con pochi ingredienti, ma non tutti sanno come farlo al meglio e in giro circolano davvero tantissime ricette, spesso errate. Un ingrediente da non usare mai (nonostante in molte ricette venga menzionato) è il pomodoro.

E allora, cosa fare per fare un baccalà alla vincentina a regola d’arte? Questa pietanza richiede un procedimento lungo e laborioso, vi avverto, ma vi assicuro che il risultato sarà eccezionale.

Innanzitutto, va precisato che non è esattamente baccalà ma stoccafisso, ovvero il baccalà essiccato. Vediamo allora insieme la ricetta!

Stoccafisso alla vicentina

Un piatto tipico della città veneta a base di stoccafisso, ovvero il baccalà essiccato, e una manciata di altri ingredienti. Il procedimento è lungo, ma ne vale davvero la pena!
Preparazione 20 minuti
Cottura 4 ore 10 minuti
Ammolllo 3 days
Tempo totale 4 ore 30 minuti
Portata Secondo
Cucina Italiana
Porzioni 12 persone
Calorie 270 kcal

Ingredienti
  

  • 1 kg stoccafisso
  • 300 g di cipolle
  • 1/2 litro olio evo
  • 3 sarde sotto sale
  • ½ litro latte fresco
  • Farina bianca q.b.
  • 50 g grana grattugiato
  • Un ciuffo prezzemolo
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Istruzioni
 

L’ammollo

  • Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!
  • Lo stoccafisso va immerso nell’acqua fredda e tenuto in frigo per tre giorni, cambiando l’acqua ogni 8 ore.
  • Alcune pescherie lo vendono su richiesta già pronto per essere cucinato.

La pulitura

  • Quando finalmente lo stoccafisso sarà reidratato, lo vedrete raddoppiare di volume. A questo punto si può procedere con la pulitura, togliendo la pelle, le lische e le spine.

Preparazione e cottura

  • Da qui in poi diciamo che la strada è in discesa.
  • Preparare un soffritto con olio e cipolla a cui aggiungere le sarde e, a fuoco spento, il prezzemolo tritato.
  • Lo stoccafisso va tagliato a pezzi, quindi va passato prima nel soffritto (che dovrà essersi raffreddato) e poi nella farina.
  • A questo punto, in un'altra pentola, far soffriggere un po' di cipolla con l'olio, quindi aggiungere i pezzi di pesce infarinati, regolare di sale e pepe, aggiungere il parmigiano grattugiato e infine versare l'olio fino a ricoprire il tutto.
  • Far cuocere il tutto per 4 ore a fiamma bassissima, senza mai mescolare.

Buon appetito!

    Lascia un commento

    Voti degli utenti