Hai mai provato i funghi secchi? Ecco come usarli per dei risultati eccezionali!

Ora che andiamo incontro all’autunno, i funghi saranno sempre più presenti sulle tavole di tutti noi.

I funghi stanno bene su tutto: nei risotti (come il risotto funghi e salsiccia), nella pasta (come la pasta alla boscaiola), oppure sulla pizza.

Ma se vuoi provare qualcosa di un po’ diverso e più sfizioso, i funghi secchi sono proprio ciò che fa al caso tuo! Un ottimo ingrediente, perfetto per preparare sfiziose e golose ricette, che ci garantiscono la riuscita di piatti saporiti e sempre impeccabili.

Ma come usarli? Vediamolo insieme!

Come usare i funghi secchi

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

Rivitalizzare i funghi secchi in acqua fredda

Per ottenere un risultato ottimale, occorre lasciare i funghi in ammollo per circa 15-20 minuti. Questo procedimento consente un aumento di volume dei funghi, mantenendo anche inalterati sapore e consistenza.

Una volta trascorso il tempo, è necessario scolare i funghi e strizzarli con delicatezza, ma attenzione: non gettare l’acqua usata per l’ammollo!

Essendo ricca di sapore, va fatta passare per un colino coperto da una garza, (per evitare residui di terra) e utilizzata nelle preparazioni che andremo a creare, così da conferire al piatto ancora più gusto.

Funghi secchi anche in acqua calda

Anche preparare i funghi secchi in acqua calda e leggermente salata è un ottimo metodo.

Portate a ebollizione, poi aspettate che si intiepidisca e immergete i funghi secchi a riposare, fino a che l’acqua non si sarà raffreddata.

Anche in questo caso, scolate i funghi dal liquido (che potrete conservare come sopra) e stizzateli con un panno.

Funghi secchi e latte

Un altro metodo per rivitalizzare i funghi secchi prevede l’utilizzo del latte: portate a bollore una pentola colma di latte, quindi immergete i funghi secchi e lasciateli sobbollire per un paio di minuti.

Dopodiché, toglieteli dal fuoco e fateli raffreddare, conservando anche in questo caso il liquido come sopra, ma solo una volta a temperatura ambiente

Perché il latte? Perché li renderà ancora più morbidi e succosi, oltre a dare cremosità anche al piatto in cui verranno utilizzati.

Funghi secchi in acqua e bicarbonato

L’ultimo metodo, questa volta rimanendo a temperatura ambiente, prevede di preparare i funghi secchi con acqua e bicarbonato.

Basta lasciarli in ammollo per almeno 3 ore, dopodiché scolarli e risciacquarli sotto l’acqua corrente.

Questo è il metodo migliore per preparare dei funghi fritti.

Lascia un commento