Biscotti all’anice siciliani tradizionali: aroma inconfondibile, senza burro!

La Sicilia è tra le regioni dove la tradizione e i sapori sono infiniti ed inconfondibili: ci sono infatti tantissimi primi, secondi e dolci noti in tutto il mondo per la loro bontà.

I biscotti all’anice siciliani rientrano di merito in questa categoria: si tratta di biscotti croccanti all’esterno ma molto morbidi all’interno; ciò li rende perfetti per uno snack pomeridiano o anche per la colazione in quanto, inzuppati nel latte, danno il loro meglio. Va anche considerato che reggono in modo eccellente, senza sbriciolarsi o ammorbidirsi troppo.

La ricetta per crearli è molto semplice e veloce, inoltre non richiede tanti ingredienti, scopriamola insieme.

Biscotti siciliani all’anice

Biscotti all’anice

Questi biscotti all'inconfondibile aroma d'anice sono una coccola per la tua colazione, ma ottimi anche come accompagnamento per un buon tè pomeridiano oppure ancora come snack serale.
Preparazione 30 minuti
Cottura 40 minuti
Tempo totale 1 ora 10 minuti
Portata Dessert
Cucina Italiana
Porzioni 4
Calorie 220 kcal

Ingredienti
  

  • 1 cucchiaio sambuca
  • 1 cucchiaio semi di anice
  • 4 uova
  • 8 g lievito vanigliato per dolci
  • 200 g farina 00
  • 200 g zucchero semolato

Istruzioni
 

  • Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!
  • Iniziate montando subito a neve le uova con una frusta, le quali dovranno essere rigorosamente a temperatura ambiente per favorire l’operazione.
  • Quando avranno raddoppiato il loro volume e saranno diventate spumose e leggere potrete aggiungere lo zucchero semolato, continuando comunque a montare il tutto.
  • Sempre a operazione completa, ovvero quando la spuma sarà bella corposa e leggera, si potrà aggiungere anche la sambuca, utilizzando ancora le fruste per incorporare bene il composto.
  • È il momento di iniziare a incorporare la farina che andrà aggiunta poco per volta, ma prima deve essere setacciata in modo da evitare i grumi. Per mescolare il tutto durante l’aggiunta della farina è meglio utilizzare una spatola.
  • Quando tutta la farina sarà stata versata potrete aggiungere il lievito e, in seguito, l’ultimo ingrediente, ovvero i semi di anice. Bisogna continuare a mescolare per bene con la spatola in modo da incorporare tutti gli ingredienti. Il composto finale dovrebbe risultare omogeneo e vellutato, mentre i semi di anice dovranno essere disposti in modo uniforme.
  • L’impasto andrà poi posizionato su una teglia foderata con carta da forno, cercando di creare una forma regolare e di spessore omogeneo, soprattutto per quanto riguarda i bordi.
  • Infornate a 180° in forno statico per 20 minuti e, a cottura ultimata, tirate fuori il composto, posizionatelo su un tavolo da lavoro e tagliate delle fette in modo perpendicolare al piano, in modo da creare delle strisce dalle quali potrete ritagliare i biscotti con le forme che più vi piacciono.
  • Il consiglio è di spezzare a mano queste strisce creando delle forme irregolari, in modo da non sprecare i lembi di pasta che solitamente avanzano dal ritaglio dei biscotti, poiché essendo l’impasto già cotto non potrà essere nuovamente impastato e ritagliato.
  • Posizionate nuovamente i biscotti in teglia con il taglio verso l’alto e infornate per 20 minuti a 150°, girandoli a metà cottura. Non resta che tirarli fuori, farli leggermente raffreddare e gustarli, magari accompagnati da una bella tazza di latte.

Note

Cerchi altre ricette di dolci? Prova i Mpanatigghi di modica oppure la torta alle 4 mele.

Lascia un commento

Voti degli utenti