Anche in cucina ci sono dei rischi per la salute… ecco le buone abitudini per evitarli!

Esistono alcuni alimenti che, se cucinati male, possono essere un rischio per la nostra salute: è importante allontanarsi dalle cattive abitudini nell’ambito della cucina che possono portare ad un rischio per il nostro organismo.

Vediamo insieme quali sono!

Abitudini da cancellare per salvaguardare la salute

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

1. Non scongelare a temperatura ambiente

Praticamente tutti, quando andiamo a prendere un alimento dal freezer, abbiamo l’abitudine di scongelarlo su di un piattino a temperatura ambiente. 

Questo comportamento, apparentemente del tutto innocuo, è in verità un errore gravissimo: scongelare a temperatura ambiente, infatti, favorisce la formazione di batteri che potrebbero contaminare l’alimento.

Meglio scongelarli in frigo, in un contenitore chiuso o in forno/forno a microonde/friggitrice ad aria; esistono dei contenitori appositi per lo scongelamento, che, oltre a evitare il rilascio di odori, permettono di preservare i cibi dai batteri: puoi acquistarne uno cliccando qui!

2. Rispetta i tempi di scadenza… quando necessario

E’ necessario leggere sempre le etichette e leggere attentamente la data di scadenza sui prodotti: molti ritengono che tenere un alimento aperto in frigorifero permetta di mantenerlo per lunghi periodi, ma non è così.

Ciò naturalmente dipende dal tipo di alimento di cui parliamo, ma in generale il cibo, rimanendo esposto all’aria, viene intaccato da funghi e batteri. 

Attenzione tuttavia a non sprecare il cibo ancora non aperto! Spesso la dicitura ”da consumarsi preferibilmente entro:” rappresenta una data indicativa che spesso non corrisponde realmente al giorno esatto in cui l’alimento in questione non può più essere utilizzato, ma solo una data approssimativa: parleremo di questo argomento in un articolo apposito!

3. Non ricongelare ciò che è già stato scongelato

Non si deve mai ricongelare ciò che è già stato scongelato: se abbiamo scongelato qualcosa, va consumato per forza!

Infatti, quando la temperatura aumenta durante lo scongelamento, i batteri si attivano e vengono poi uccisi con la cottura; se, invece, ricongeliamo l’alimento, i batteri rimarranno all’interno dell’alimento. 

4. Cuocere bene la carne e il pesce

Nella carne e nel sono presenti dei batteri molto dannosi, come Escherichia coli, Listeria monocytogenes o i più “famosi” batteri causa della salmonella.

Se la carne non viene cotta in maniera omogenea, questi batteri restano annidati nelle fibre della carne e provocano gravi infezioni.

Ci sono alcune carni sulle quali questo consiglio può anche non essere applicato, ovvero le carni rosse (manzo, vitellone o pecora).

5. Non utilizzare contenitori di plastica

La plastica, dopo utilizzi ripetuti, può rilasciare sostanze tossiche; è vero, i contenitori in plastica sono comodi, ma meglio preferire quelli in vetro, che invece non rilascia sostanze tossiche, ed inquina anche meno! 

6. Disinfettare bene frutta e verdura

La frutta e la verdura andrebbero sempre lavate e disinfettate (magari con amuchina per alimenti). Sulla frutta e verdura possono infatti essere presenti batteri o pesticidi nocivi alla salute.

È perciò buona abitudine lavare sempre meticolosamente sotto l’acqua corrente la nostra frutta e la verdura, per assicurarci di rimuovere eventuali residui e minacce.

E tu metti già in pratica questi consigli? Fammelo sapere con un commento!

Lascia un commento