I segreti del RE del barbecue Simone Rugiati per una grigliata super!

Aria di primavera! E con le giornate calde alle porte, si apre la stagione indubbiamente più amata per gli amanti della carne: quella del BARBECUE!

Simone Rugiati, noto chef stellato, è famoso per la sua ”devozione” alla cottura della carne e, in particolare, quella di manzo irlandese, caratterizzata dal ”golden fat”, un grasso dorato che penetra all’interno della carne rendendola tenerissima!

Ma come si cucina della carne al barbecue a regola d’arte? Ce lo spiega lo Simone Rugiati, con i suoi preziosissimi consigli!

I tipi di carne adatti al barbecue

Tra i tipi di carbe adatti al barbecue abbiamo, come detto in precedenza, il manzo irlandese.

Anche la carne di agnello – sempre irlandese – è perfetta per una grigliata, ma certamente quest’ultima avrà un sapore più deciso, che riuscirà a rendere felici anche i più golosi ed esigenti.

La scelta del taglio

Di tagli adatti ce ne sono moltissimi ma lo chef consiglia in primis filetto e controfiletto, preferibilmente con marinatura a secco. La marinatura impedisce infatti al grasso di colare sulla brace, oltre a dare un sapore super aromatico.

Spesso infatti, la carne viene cotta al barbecue senza alcuna spezia o odore, ma ciò ”limita” la potenzialità del sapore della carne, che può essere invece accentuato accompagnandola con una marinatura adatta.

Il tempo di cottura

Per il tempo di cottura non esistono regole precise: tutto dipende dal tipo di barbecue, dallo spessore della carne e molto altro.

L’ideale per regolarsi meglio sarebbe utilizzare un termometro da infilare nella carne, che al suo interno deve raggiungere circa i 62 gradi. Non ne hai ancora uno? Cosa aspetti! Puoi acquistarlo cliccando qui! C’è uno sconto del 15%!!

I condimenti perfetti

Lo chef Rugiati ci dice che, secondo lui, è meglio mantenersi sui condimenti classici e basic, quanto più naturali possibile: un filo d’olio ed un pizzico di sale, in modo da poter gustare al meglio il sapore della carne!

Il suo pensiero sulla cottura in barbecue

Lo chef ha affermato di prediligere la cottura al barbecue perché la più “primitiva”: “La cottura al barbecue è una delle mie preferite da sempre perché tra le più primitive, non è così semplice come si pensa e ci sono tante variabili da considerare. l’unica variabile che non cambia mai è la materia prima, che deve essere di altissima qualità, che metto sulla griglia.

Con la carne irlandese il risultato è sempre garantito. Vi consiglio di far sciogliere delicatamente quel grasso intramuscolare che la rende succulenta e saporita al morso. Gustatela in purezza per assaporarne tutte le caratteristiche incredibili. I miei tagli preferiti sono appunto il controfiletto ed il reale: il primo con una cottura diretta e violenta”.

Ovviamente, una grigliata va accompagnata con bevande adatte: “Il mio ultimo consiglio? Una birra ghiacciata per rinfrescarsi!”

E tu? condividi questi consigli? Fammelo sapere con un commento!

Lascia un commento