Preparazione delle cozze: tutto quello che devi sapere per usarle nei tuoi piatti!

Le cozze sono quell’ingrediente che in un pranzo di pesce non può mai mancare: facili da pulire e preparare, ma anche economiche e soprattutto sfiziose!

Ma spesso, seppur semplici da preparare, vi sono degli errori che possono andare a compromettere la buona riuscita del vostro piatto. Quali sono questi errori? Vediamo insieme le buone abitudini quando si preparano le cozze.

Buoni consigli per preparare le cozze

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

1. Come pulirle alla perfezione

Un grave errore è quello di non pulire le cozze: in realtà, in pescheria arrivano già pulite, ma non abbastanza per essere cucinate. Una volta portate a casa, dunque, è consigliabile lavarle bene sotto l’acqua corrente una seconda volta.

Le cozze, a differenza delle vongole, non hanno bisogno di essere spurgate per ore in acqua salata, perché non accumulano al loro interno tutta la sabbia. A proposito di vongole, sul mio sito puoi trovare la ricetta perfetta per la pasta con le vongole (clicca qui!), parenti strette – per forma – delle cozze!

2. Controllare bene la qualità delle cozze

Dopo averle pulite, le cozze vanno controllate, per verificarne la freschezza: in particolare vanno controllate le due valve, che devono essere chiuse se le cozze sono fresche.

Un buon modo per capire se la cozza è rovinata – e quindi ha dentro della sabbia – è pesarla con le mani: se è più pesante delle altre, vuol dire che è piena di sabbia e sarà da scartare.

3. Non usare troppa acqua di cottura

Cuocere le cozze con troppa acqua di cottura può compromettere la riuscita del piatto: dovete giusto mettere tanta acqua quanta ne serve per evitare che il fondo della padella si bruci, né più né meno!

4. Non aggiungere troppi aromi

Le cozze non necessitano di particolari spezie o aromi, dato che sono già molto aromatiche per conto proprio.

Ciò però non significa che non dobbiamo usarne per nulla: il tris perfetto per la preparazione di un bel souté di cozze è composto da aglio (abbondante), vino bianco e prezzemolo!

Attenzione anche a non abbondare con il sale perché, un po’ come tutte le specie di pesce, sono già salate naturalmente.

5. Non sbagliare i tempi di cottura

Per fare aprire le cozze bisogna cuocerle a fiamma alta, ma poi è meglio continuare l’ebollizione a fuoco medio.

Questa regola vale ovviamente se la cozza deve cuocere da sola; altrimenti, se devono terminare la cottura assieme ad altri ingredienti, fungendo solo da “condimento”, vanno appena saltate, perché poi andranno a cuocere insieme al piatto principale!

Conoscevi questi consigli sulle cozze? Fammelo sapere con un commento!

Lascia un commento