Japanese Ice Tea: il cocktail verde dolce e ideale per un break estivo

Se siete alla ricerca di un drink rinfrescante e dal sapore esotico, il Japanese Ice Tea potrebbe essere la scelta giusta per voi. Si tratta di una variante del più famoso Long Island Iced Tea, ma con un tocco orientale dato dal Midori, un liquore al melone che gli conferisce il suo caratteristico colore verde. Il Japanese Ice Tea è un cocktail molto forte, in quanto contiene quattro tipi di distillati: vodka, rum bianco, gin e tequila. Per questo motivo va bevuto con moderazione e solo se siete amanti dei sapori dolci e fruttati.

La storia del Japanese Ice Tea

Le origini di questo cocktail sono incerte e si perdono tra leggende e supposizioni. Alcuni ritengono che sia nato in Giappone, ma è più probabile che sia stato chiamato così solo perché il Midori è un liquore di origine giapponese. Il Midori nacque nel 1971 grazie al lavoro della compagnia Suntory, che lo presentò al campionato internazionale di bartending di Tokyo e poi al mitico Studio 54 di New York con il drink Japanese Gin Tonic. Il Midori è un liquore che raramente viene degustato liscio o con ghiaccio, ma viene usato soprattutto nella miscelazione. Il Japanese Ice Tea è uno dei cocktail più famosi che lo contengono, insieme al Melon Ball e al Midori Sour.

Il Japanese Ice Tea è una variante del Long Island Iced Tea, un cocktail nato negli anni ’70 a Long Island da Bob “Rosebud” Butt. Il Long Island Iced Tea è un drink molto forte che contiene cinque tipi di distillati (vodka, rum bianco, gin, tequila e triple sec) e cola. Il Japanese Ice Tea sostituisce il triple sec con il Midori e la cola con il succo di limone, creando così un mix più dolce e fruttato.

La gradazione del Japanese Ice Tea

Il Japanese Ice Tea è un cocktail molto forte, in quanto contiene quattro tipi di distillati che hanno una gradazione alcolica media di 40 gradi. Se consideriamo che la dose di ogni distillato è di 1,5 cl, possiamo calcolare che il cocktail ha una gradazione alcolica di circa 16 gradi. Questo significa che un bicchiere di Japanese Ice Tea equivale a circa quattro bicchieri di vino o due birre. Per questo motivo è importante non esagerare con il consumo di questo drink e alternarlo con dell’acqua o delle bevande analcoliche.

Japanese ice tea

Scopri la ricetta del Japanese Ice Tea, il cocktail verde che scalda l’estate. Un drink forte e dolce a base di vodka, rum, gin, tequila e Midori.
Preparazione 5 minuti
Cottura 0 minuti
Tempo totale 5 minuti
Portata Drinks
Cucina Italiana
Porzioni 1 bicchiere
Calorie 150 kcal

Ingredienti
  

  • 1,5 cl vodka
  • 1,5 cl rum bianco
  • 1,5 cl gin
  • 1,5 cl tequila
  • 1 cl Midori
  • 2,5 cl succo di limone
  • Ghiaccio q.b.
  • Una fettina di limone per guarnire

Istruzioni
 

  • Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!
  • Spremete un limone e filtrate il succo.
  • Prendete un mixing glass e riempitelo di ghiaccio.
  • Versate nel mixing glass la vodka, il rum bianco, il gin, la tequila, il Midori e il succo di limone.
  • Mescolate bene con un cucchiaio da bar.
  • Versate il contenuto in un bicchiere alto (highball) o in una coppetta (martini) precedentemente raffreddati e colmi di ghiaccio.
  • Guarnite con una fettina di limone.

Note

Il vostro Japanese Ice Tea è pronto da gustare. Ricordatevi però che si tratta di un cocktail molto alcolico e quindi da consumare con cautela. Se volete provare altri cocktail più leggeri e raffinati, vi consigliamo il Moscow Mule, il Mojito Cubano, il Tuxedo, il Gin Tonic, il Daiquiri o il Dry Martini.

Lascia un commento

Voti degli utenti