Il metodo segreto per scongelare la carne senza rischi che i macellai non vogliono che tu sappia!

Introduzione

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

Scongelare la carne in modo sbagliato può comportare seri rischi per la salute, come intossicazioni ed infezioni. Gli esperti mettono in guardia dai metodi più pericolosi e suggeriscono quello più sicuro ed efficace.

Per sapere per quanto tempo la carne può restare in congelatore ti basterà cliccare qui!

Metodi di scongelamento errati

La carne è un alimento molto diffuso nella nostra alimentazione, ma richiede delle attenzioni particolari nella sua conservazione e preparazione. Una delle operazioni più delicate è lo scongelamento, che se fatto in modo errato può favorire la proliferazione di batteri e la contaminazione da agenti patogeni.

Molti consumatori, per risparmiare tempo o per dimenticanza, ricorrono a metodi di scongelamento veloci ma rischiosi, come il forno a microonde o la temperatura ambiente. Questi metodi, infatti, creano delle zone di temperatura non uniforme nella carne, dove i batteri possono moltiplicarsi rapidamente.

Metodo di scongelamento consigliato

Il metodo consigliato dagli esperti è invece quello di scongelare la carne lentamente in frigorifero, a una temperatura costante e bassa. In questo modo si evita il rischio di contaminazione e si preserva la qualità e il sapore della carne.

A confermare l’efficacia di questo metodo sono stati anche degli studi scientifici condotti dalla Abertay University di Dundee, in Scozia. I ricercatori hanno confrontato dei campioni di carne scongelati con metodi diversi e hanno riscontrato che quelli scongelati in frigorifero presentavano una quantità di batteri inferiore a quelli scongelati con il forno a microonde o a temperatura ambiente.

Per scongelare la carne in frigorifero occorre però prevedere dei tempi adeguati, che variano a seconda del tipo e della dimensione della carne. In generale, si consiglia di scongelare la carne almeno 24 ore prima del consumo e di consumarla entro due giorni dallo scongelamento.

Metodo alternativo: lo scongelamento in acqua

Un altro metodo possibile per scongelare la carne è quello di immergerla in una boule piena di acqua fredda o calda. Questo metodo è più rapido di quello in frigorifero, ma richiede più attenzione e va usato solo se si intende cuocere la carne subito dopo lo scongelamento.

Per usare questo metodo bisogna mettere la carne ancora confezionata in un sacchetto per alimenti ben sigillato e poi immergerlo nella boule d’acqua. L’acqua va cambiata ogni 30 minuti per mantenere una temperatura costante. Il tempo necessario per lo scongelamento dipende dalla dimensione della carne: per esempio, per 0,5-1 kg di carne ci vogliono circa 15-30 minuti se si usa l’acqua fredda e circa 10-20 minuti se si usa l’acqua calda.

Questo metodo ha il vantaggio di essere veloce e di non alterare troppo il gusto della carne, ma ha anche degli svantaggi: può favorire la crescita dei batteri se l’acqua non è abbastanza fredda o calda; può causare delle perdite di liquidi e sali minerali dalla carne; può danneggiare l’involucro della carne se non è ben sigillato.

Altri consigli utili 

Altri consigli utili per conservare e consumare la carne sono: controllare sempre la data di scadenza, evitare il contatto tra carne cruda e cotta, lavarsi bene le mani e gli utensili dopo aver manipolato la carne cruda, cuocere bene la carne prima di mangiarla.

Seguendo queste semplici regole si potrà godere della bontà della carne senza correre rischi per la salute.

Lascia un commento