Con questi consigli i tuoi supplì saranno come un assaggio di paradiso!

I supplì sono tra i cibi da rosticceria italiani più famosi e sfiziosi: grazie alla loro croccantezza, al sapore deciso e alla mozzarella filante, piacciono proprio a tutti!

La caratteristica principale dei supplì è proprio che la mozzarella al suo interno deve essere filante: i romani, infatti, dicono sempre che i supplì devono “fà er telefono”, cioè filare come il filo di una cornetta.

Come cucinare un supplì perfetto? Esistono alcuni trucchetti fondamentali per non fare errori ed ottenere un supplì a regola d’arte! E se cerchi la ricetta, puoi trovarla cliccando qui (È anche gluten free!).

Come fare i supplì perfetti!

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

Il riso

Bisogna scegliere un riso adatto: esistono tante tipologie di riso ma quello più consigliabile è il carnaroli, adatto proprio alla preparazione di risotti (come quello alla contadina che trovi cliccando qui!)

È inoltre consigliabile cuocere il riso in anticipo e utilizzarlo quando si sarà raffreddato.

Il condimento

Abbiamo detto che il condimento deve filare. Il condimento è dunque di vitale importanza quando andiamo a cucinare i nostri supplì.

Abbiate dunque cura di mettere al centro un pezzo di mozzarella che sia bello grande, e di utilizzare una mozzarella di qualità. Se usate la mozzarella fresca, scolatela con un colino o il liquido in eccesso comprometterà la frittura.

La panatura

Anche la panatura è importante per ogni supplì che si rispetti. Deve essere croccante, e per esserlo dovete impanare i supplì DUE VOLTE.

Sì. Avete capito bene, DUE. Passateli in uovo sbattuto e pangrattato, poi ripetete di nuovo.

Una panatura alternativa, che è quella che utilizzo nella mia ricetta, è la farina di mais (quella della polenta, per intenderci), meglio se a grana grossa, che dona croccantezza anche con una sola passata, oltre a rendere il piatto senza glutine!

La frittura

Ovviamente (ma questo vale non solo per i supplì ma per tutta la frittura in generale, per la quale trovi una guida approfondita cliccando quil’olio deve essere giusto!

Come sappiamo il punto di fumo dell’olio è molto importante quando andiamo a friggere, e dobbiamo scegliere dunque olii con un punto di fumo alto.

Se friggete in friggitrice impostate una temperatura tra i 160-170°C, mentre, se friggete in padella, usate un termometro da cucina, che potete acquistare cliccando qui a soli 9,99€!

Dopo di che, quando i vostri supplì saranno dorati, scolateli, poneteli su un pezzo di carta assorbente e serviteli ancora caldi. 

Con questi pochi, semplici consigli riuscirete ad ottenere dei supplì semplicemente perfetti!

Lascia un commento