Differenze tra crema catalana e creme brûlé: due dolci al cucchiaio simili ma diversi!

La crema catalana e la creme brûlé sono due dolci al cucchiaio molto famosi e apprezzati, che hanno in comune una caratteristica distintiva: la crosticina di zucchero caramellato che ricopre una morbida crema. Ma quali sono le differenze tra questi due dessert? Scopriamole insieme.

Origine e storia di crema catalana e creme brûlé

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

La crema catalana è un dolce tipico della tradizione spagnola, e più precisamente della regione della Catalogna, dove viene chiamata crema cremada o crema de Sant Josep, perché preparata originariamente per la festa del 19 marzo. Si tratta di una crema a base di latte, tuorli, zucchero e amido di mais, aromatizzata con limone e cannella. La crema viene cotta sul fuoco, versata in cocotte di ceramica e lasciata raffreddare in frigorifero. Al momento di servire, si spolvera la superficie con zucchero semolato o di canna e si caramella con un cannello o un ferro rovente, formando la tipica crosticina croccante.

La creme brulee è invece un dolce tipico della tradizione francese, il cui nome significa letteralmente “crema bruciata”. Si tratta di una crema a base di panna, tuorli e zucchero, aromatizzata con vaniglia. La crema viene versata in cocotte di porcellana o vetro e cotta a bagnomaria in forno. Una volta raffreddata, si spolvera la superficie con zucchero semolato e si caramella con un cannello o sotto il grill del forno, ottenendo la crosticina croccante.

Differenze tra crema catalana e creme brûlé

Come si può notare, le differenze tra i due dolci riguardano gli ingredienti, l’aroma e il metodo di cottura della crema. La crema catalana è più leggera e profumata, mentre la creme brulee è più ricca e delicata. La crema catalana ha una consistenza più densa e compatta, mentre la creme brulee è più fluida e vellutata. La crema catalana viene cotta sul fuoco e addensata con l’amido di mais, mentre la creme brulee viene cotta a bagnomaria in forno senza amido.

Come preparare crema catalana e creme brûlé

Per preparare la crema catalana si scalda il latte con la cannella e la scorza di limone. Si mescolano i tuorli con lo zucchero e l’amido di mais. Si versa il latte filtrato sui tuorli e si cuoce il tutto sul fuoco fino a ottenere una crema liscia. Si versa la crema nelle cocotte e si lascia raffreddare in frigo. Si spolvera lo zucchero sulla superficie e si caramella con il cannello o il ferro.

Per preparare la creme brûlé si scalda la panna con la vaniglia. Si mescolano i tuorli con lo zucchero. Si versa la panna filtrata sui tuorli e si mescola bene. Si versa la crema nelle cocotte e si cuoce a bagnomaria in forno fino a che non sia rappresa. Si lascia raffreddare in frigo. Si spolvera lo zucchero sulla superficie e si caramella con il cannello o il grill.

Vedremo in futuro le ricette complete di entrambi in dolci, in articoli appositi.

Come servire crema catalana e creme brûlé

Entrambi i dolci sono deliziosi e golosi, da gustare freddi o tiepidi, accompagnati da frutta fresca o secca. Il contrasto tra la crosticina croccante e la crema morbida è irresistibile e conquista al primo assaggio.

Curiosità su crema catalana e creme brûlé

La crema catalana e la creme brulee sono due dolci molto antichi, la cui origine è incerta e contesa tra diversi paesi. Alcuni ritengono che la crema catalana sia stata inventata dai monaci del monastero di Sant Joan de les Abadesses nel XII secolo, mentre altri la fanno risalire al XVIII secolo, quando fu servita al re Carlo III di Spagna durante una visita in Catalogna. La creme brulee invece potrebbe essere nata in Inghilterra, dove si trova una ricetta simile nel libro di cucina The Closet of the Eminently Learned Sir Kenelme Digbie Kt. Opened del 1669, oppure in Francia, dove si trova una ricetta simile nel libro di cucina Le Cuisinier Royal et Bourgeois di François Massialot del 1691.

Entrambi i dolci hanno avuto una grande diffusione e popolarità nel mondo, tanto da essere presenti nei menu di molti ristoranti e pasticcerie. Sono stati anche protagonisti di film e libri, come il film Il favoloso mondo di Amélie, dove la protagonista ama rompere la crosticina della creme brûlé con il cucchiaino, o il libro Harry Potter e il calice di fuoco, dove Harry Potter mangia della crema catalana durante il banchetto di Natale a Hogwarts.

Lascia un commento