A settembre inizio la dieta: ecco 5 cibi che devi evitare per partire con il piede giusto

Settembre è il mese dei buoni propositi, tra cui quello di rimettersi in forma dopo le vacanze estive. Se hai deciso di iniziare una dieta, sappi che non basta solo ridurre le calorie, ma bisogna anche scegliere con cura gli alimenti da consumare e quelli da evitare. In questo articolo ti suggeriamo 5 cibi che dovresti eliminare o limitare al massimo dal tuo menu se vuoi dimagrire in modo sano ed efficace.

Se cerchi qualche ricetta light perfetta per la tua dieta, prova il pollo alla pizzaiola oppure gli straccetti di vitello con verdure!

1) Dolci industriali e snack confezionati

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

I dolci industriali e gli snack confezionati sono tra i peggiori nemici della linea, perché sono ricchi di zuccheri semplici, grassi idrogenati, additivi e conservanti. Questi ingredienti non solo apportano molte calorie vuote, ma anche danneggiano il metabolismo, la salute cardiovascolare e il sistema immunitario. Inoltre, non saziano e stimolano la fame nervosa. Se hai voglia di qualcosa di dolce, meglio optare per un frutto fresco o secco, oppure per un dolce fatto in casa con ingredienti naturali.

2) Cereali raffinati

I cereali raffinati sono quelli che hanno subito un processo di lavorazione che ne elimina la parte più ricca di fibre, vitamine e minerali. Tra questi ci sono il pane bianco, la pasta bianca, il riso bianco e la farina bianca. Questi alimenti hanno un alto indice glicemico, cioè provocano un rapido innalzamento della glicemia nel sangue, seguito da una brusca caduta che genera fame e stanchezza. Inoltre, favoriscono l’accumulo di grasso addominale e l’infiammazione cronica. Per dimagrire è meglio preferire i cereali integrali o alternativi, come l’avena, l’orzo, il farro, il kamut, la quinoa e l’amaranto.

3) Patatine fritte e altri cibi fritti

Le patatine fritte e gli altri cibi fritti sono tra i più calorici e grassi che esistano. Una porzione di patatine fritte può arrivare a contenere oltre 500 calorie e 30 grammi di grassi. Questi grassi sono spesso saturi o trans, cioè quelli più dannosi per il cuore e le arterie. Inoltre, la frittura altera le proprietà nutritive degli alimenti e produce sostanze tossiche per l’organismo, come l’acrilammide. Se vuoi dimagrire e stare bene, evita i cibi fritti e scegli cotture più leggere e salutari, come al vapore, al forno, alla griglia o in padella antiaderente con poco olio.

4) Tonno sott’olio e insaccati

Il tonno sott’olio e gli altri insaccati sono alimenti molto proteici, ma anche molto grassi e salati. Il tonno sott’olio può contenere fino a 10 grammi di grassi per 100 grammi di prodotto, mentre gli insaccati possono superare i 20 grammi. Questi grassi sono spesso di origine animale e quindi ricchi di colesterolo e acidi grassi saturi. Inoltre, il sale aggiunto favorisce la ritenzione idrica e l’ipertensione. Per dimagrire è meglio consumare proteine magre e di qualità, come il tonno al naturale, il petto di pollo o tacchino, le uova o i legumi.

5) Bibite gassate e zuccherate

Le bibite gassate e zuccherate sono bevande molto dissetanti, ma anche molto caloriche e prive di nutrienti. Una lattina di bibita gassata può contenere fino a 40 grammi di zucchero, equivalenti a 10 cucchiaini. Questo zucchero non solo fa ingrassare, ma anche danneggia i denti, il fegato e il pancreas. Inoltre, le bibite gassate contengono anidride carbonica, che gonfia lo stomaco e favorisce la formazione di gas intestinali. Per dimagrire e idratarsi è meglio bere acqua naturale o aromatizzata con frutta e spezie, oppure tisane, infusi o succhi di frutta naturali.

1 commento su “A settembre inizio la dieta: ecco 5 cibi che devi evitare per partire con il piede giusto”

Lascia un commento