Tutto quello che devi sapere sulle fave: come pulirle e come conservarle a breve e lungo termine!

Le fave sono dei legumi tipici della stagione primaverile, che si possono gustare fresche o secche in diverse ricette della tradizione italiana. Le fave fresche hanno un sapore delicato e una consistenza morbida, mentre le fave secche sono più dure e richiedono una cottura più lunga. In entrambi i casi, le fave sono ricche di proteine vegetali, fibre, sali minerali e vitamine, e apportano benefici al nostro organismo.

Le fave fresche si trovano solo per un breve periodo dell’anno, da aprile a giugno, mentre le fave secche si possono acquistare tutto l’anno nei supermercati o nei negozi di alimentari. Per questo motivo, può essere utile sapere come conservare le fave fresche per poterle utilizzare anche fuori stagione, senza perdere il loro gusto e le loro proprietà.

Vediamo insieme come conservare le fave fresche in frigo o in freezer, seguendo alcuni semplici consigli, e se cerchi altre guide sulle verdure di stagione, leggi l’articolo sugli asparagi oppure sui cavolfiori!

Come pulire le fave fresche

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

Prima di conservare le fave fresche, bisogna pulirle bene. Per farlo, occorre seguire questi passaggi:

  • Staccare dal baccello la parte dell’attaccatura alla pianta e aprirlo a metà con le mani.
  • Estrarre i semi con il pollice e metterli in una ciotola.
  • Eliminare l’escrescenza che ricopre le fave, facendo una pressione con le dita. Se le fave sono molto tenere, si può lasciare la buccia che le ricopre.
  • Sciacquare le fave sotto l’acqua corrente e scolarle bene.

Come conservare le fave fresche in frigo

Le fave fresche si possono conservare in frigo per 3 giorni, ma solo se coperte con della pellicola trasparente. In questo modo, si evita che si secchino o che prendano odori sgradevoli. Le fave vanno conservate intere, senza sbucciare la pellicola che le riveste. Si possono usare per preparare insalate, contorni, minestre o sformati.

Come conservare le fave fresche in freezer

Le fave fresche si possono anche congelare, per poterle conservare più a lungo. Per farlo, bisogna seguire questi passaggi:

  • Sbollentare le fave per circa 5 minuti in una pentola con abbondante acqua non salata. Questo serve a inattivare gli enzimi che potrebbero alterare il colore e il sapore delle fave durante la congelazione.
  • Scolare le fave e lasciarle raffreddare completamente.
  • Sistemare le fave su un vassoio o una teglia, senza ammucchiarle, ma cercando di distanziarle tra loro. Questo serve a evitare che si formino dei blocchi di ghiaccio difficili da separare.
  • Riporre il vassoio o la teglia in freezer e lasciare congelare le fave per alcune ore o per tutta la notte.
  • Trasferire le fave congelate in dei sacchetti gelo o in dei contenitori ermetici. Chiudere bene e riporre di nuovo in freezer.
  • Le fave congelate si possono conservare per 6-12 mesi. Si possono usare direttamente senza scongelarle per preparare sughi, purè, creme o torte salate.

Lascia un commento