La colomba più buona e conveniente secondo Altroconsumo: scopri il marchio vincitore nel 2023!

La colomba è il dolce tipico della Pasqua, ma come scegliere la migliore tra le tante proposte in commercio? In questo articolo vi daremo alcuni consigli per orientarvi tra le diverse marche e varianti, basandoci sulla classifica di Altroconsumo, la rivista che ha testato 16 colombe di diversi produttori e prezzi. Cliccando qui puoi trovare anche la classifica delle migliori uova di Pasqua secondo Altroconsumo!

E se cerchi delle idee per allestire alla perfezione la colazione di Pasqua, puoi trovarle cliccando qui!

Storia della colomba

Prima di continuare, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette e il canale Telegram cliccando qui! Puoi anche seguirmi su instagram per non perdere nessun aggiornamento, cliccando qui!

La colomba è un dolce a base di farina, uova, burro, zucchero e canditi, arricchito da una glassa di mandorle e zucchero. La sua forma ricorda quella di un volatile e simboleggia la pace e la rinascita. La sua origine è incerta, ma si pensa che sia nata nel nord Italia tra il Medioevo e il Rinascimento. Se cerchi altri dolci tipici della tradizione pasquale, puoi provare la ricetta della pastiera fatta in casa!

I criteri utilizzati per decretare le migliori colombe al supermercato

Per valutare la qualità di una colomba bisogna considerare diversi aspetti: la lievitazione, gli ingredienti, il gusto, l’aspetto e il prezzo. La lievitazione è fondamentale per ottenere un dolce soffice e leggero: una buona colomba deve lievitare almeno 12 ore, ma ci sono prodotti che arrivano anche a 72 ore. Gli ingredienti devono essere di prima scelta e naturali: meglio evitare quelli con conservanti, coloranti e aromi artificiali. Il gusto deve essere equilibrato e gradevole: i canditi devono essere ben distribuiti e non troppo duri, la glassa deve essere croccante e non troppo dolce, l’impasto deve essere morbido e umido. L’aspetto deve essere invitante e curato: la forma deve essere regolare e ben definita, il colore deve essere dorato e uniforme, la superficie deve essere ricoperta da mandorle intere o a lamelle. Il prezzo deve essere proporzionato alla qualità: non sempre le colombe più care sono le migliori, ma neanche quelle più economiche.

Quali sono le migliori colombe al supermercato

Prima di scoprire il vincitore, ti ricordo che trovi il gruppo Whatsapp cliccando qui e il canale Telegram cliccando qui per ricevere le notifiche delle mie ricette! Secondo Altroconsumo, la miglior colomba in commercio nel 2023 è quella del marchio Baiocco, venduta a un prezzo inferiore ai 4 euro. Si tratta di una colomba classica con canditi di arancia e cedro, glassata con mandorle intere e granella di zucchero. Ha ottenuto il punteggio più alto per gusto, aspetto e rapporto qualità-prezzo. Seguono a breve distanza le colombe di Bauli e Carrefour, che propongono un prodotto sotto i 5 euro con caratteristiche simili. Si sale di poco con il marchio Coop, che vende la sua colomba a meno di 6 euro con una buona qualità degli ingredienti. I prezzi poi cominciano a salire e la differenza può arrivare a essere di oltre il 500%. È il caso della colomba Tre Marie il cui prezzo va dai 17 ai 24 euro e Vargani, che può costare fino a 20 euro. Queste colombe sono sicuramente più ricche e raffinate, ma non necessariamente migliori delle altre.

Varianti della classica colomba

Oltre alla classica colomba con canditi, ci sono molte altre varianti sul mercato: al cioccolato, al pistacchio, al limone, senza glutine… . La scelta dipende dai gusti personali, ma anche in questo caso è bene fare attenzione agli ingredienti e al prezzo. In generale, le colombe artigianali sono più genuine e gustose di quelle industriali, ma anche più care e difficili da trovare. Se volete provare le migliori colombe artigianali d’Italia, potete consultare il premio Divina Colomba che ogni anno premia i migliori pasticceri del settore.

Speriamo che questo articolo vi sia stato utile per scegliere la miglior colomba per la vostra Pasqua. Buon appetito!

Lascia un commento